//Il sito del M.A.S.C.I. Reggio Calabria 4 “Mons. Giovanni Ferro” - Home
spacer.png, 0 kB

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home
Se amare è uno scandalo



Pubblichiamo un bell'articolo scritto quasi 10 anni fa da Don Pippo Curatola, la cui attualità è davvero sorprendente!


"Se amare è uno scandalo"
Immigrati e dintorni

L’istinto rischia di prendere il sopravvento. Molti anche fra i cristiani non ne possono più. Immigrati, musulmani, violenza, delinquenza, terrorismo, intolleranza… nella mente di molti si sta facendo di questo un tutt’uno.

Le reazioni più estreme alla faccenda, di sicuro vergognosa,  delle vignette su Maometto e l’assassinio di don Andrea Santoro sono la classica goccia che fa traboccare il vaso della sopportazione. Molti non ce la fanno più. Pensano, essi, che sia ora di finirla con le frontiere aperte, con la tolleranza disarmata, con il buonismo verso gli immigrati specialmente musulmani. Che se ne tornino ognuno al proprio paese e la finiscano di romperci, per dir così, i timpani.

Leggi tutto...
 
La Croce di Lampedusa a Reggio


Pubblichamo alcune immagini relaitve all'arrivo al Porto di Reggio C, domenica 10 maggio 2015, della Croce di Lampedusa:

(Clicca sull'immagine per ingrandire)









Leggi tutto...
 
MASCI RC 4: "Vicini alla Valle del Marro"



La Comunità MASCI RC 4 "Mons. Giovanni Ferro" esprime indignazione e vicinanza alla Cooperativa "Valle del Marro" per l'ennesimo, vile attentato subito nei giorni scorsi in Località Baronello di Castellace (RC).

Con la certezza che tali inqualificabili azioni non faranno indietreggiare di un solo passo i lavoratori interessati, bensì fungeranno da sprone e da collante per tutte le associazioni, i movimenti e i singoli individui impegnati, in prima linea, per la liberazione di questa terra dall'oppressione 'ndranghetista che soffoca il nostro presente ed il nostro futuro.

Con affetto fraterno, la Comunità MASCI RC 4.

Leggi tutto...
 
"Solo per amore..."



In occasione dell'arrivo al Porto della Croce di Lampedusa, la nostra Comunità MASCI RC 4 insieme con altri Adulti Scout, suore, sacerdoti e volontari, alla presenza di autorità civili e militari, ha partecipato a una sobria, ma toccante cerimonia, rivolgendo un pensiero ai tanti, troppi fratelli inghiottiti tragicamente dalle acque del Mediterraneo, che hanno perso, per sempre, la speranza di poter realizzare il sogno della loro vita.

La nostra Velia Nicolò ha composto e declamato una preghiera, in un'atmosfera davvero commovente.

Questo il testo integrale:

Leggi tutto...
 
Immagini dalla Rotta per la Legalità



Pubblichiamo alcune immagini che ritraggono momenti significativi del recente campo nazionale MASCI "Rotta della Legalità", svoltosi nella Base Scout "Aspromonte" di Mannoli (RC).

Autrice: Rosangela Longo.


(Per ingrandire l'immagine, clicca sulla foto)







Leggi tutto...
 
Testimonianze dal Campo della Legalità



Pubblichiamo una testimonianza di Anna Volpe, Adulta Scout della Comunità MASCI Roma 12, inviata agli AS di Roma, al termine del Campo "Rotta della Legalità", svoltosi alla Base Scout "Aspromonte" di Mannoli (RC), dall'1 al 3 maggio scorso.
 
"Carissimi,
abbiamo avuto la fortuna di partecipare alla Rotta della Legalità, un'occasione unica per scoprire un mondo sconosciuto che quando lo tocchi, grazie alle testimonianze che i nostri fratelli della CALABRIA ci hanno fornito, scopri un mondo nuovo e capisci che tanto si deve fare per un mondo migliore.
L'ultima foto inviata dalla nostra presidente è la riflessione fatta dal sostituto della procura di Reggio Dott. Musolino che ci ha dato una nuova fiducia nell'intervento della magistratura.
La speranza del domani migliore l'abbiamo avuta soprattutto dal lavoro svolto dalle comunità di Reggio 4 e Reggio 5 che ci hanno anche accolto in modo eccezionale.
Anna Maria e Gianni"

Leggi tutto...
 
Ritorno al Padre di Riccardo Della Rocca



Il nostro fratello scout, Riccardo Della Rocca, già Presidente nazionale del MASCI, è tornato alla Casa del Padre. Questo il pensiero di Sonia Mondin, Presidente Nazionale del MASCI:


Caro Riccardo

con gli scarponi ai piedi ed in perfetta uniforme, così come ti ho appena visto deposto nella bara di legno semplice e liscio e con il volto sereno; sei pronto per l’ultima scalata alla vetta del Paradiso, concedimi prima della tua partenza qualche minuto per consegnarti qualche saluto.

Un saluto a nome di tutte le Comunità Masci d’Italia, che meglio di me tu hai conosciuto.

Un saluto da parte del Consiglio Nazionale del comitato esecutivo; tanti di loro sono qui oggi con tutti noi. Un saluto da parte di Luigi Cioffi il segretario nazionale anche lui presente, ed infine, ma non ultimo, un saluto da parte dell’assistente ecclesiastico don Guido, ricoverato in ospedale ormai da diversi giorni.

Credo che ricordarti in questo momento non sia farti la biografia, è talmente ricca che non si può riassumere! Vorremo invece ricordarti, caro Riccardo, come un uomo, un politico, uno scout, ma sempre con la stessa personalità: forte, preparata, generosa, combattiva.

Lasci allo scautismo un'eredità infinita, di testimonianze, di anni di servizio nell'ASCI, nell'AGESCI e nel MASCI, dove ha ricoperto tutti gli incarichi a livello nazionale ed internazionale e da ultimo il passaggio di testimone alla sottoscritta del Movimento Adulto Scout.

Tantissimi sono i messaggi che stanno arrivando alla segreteria nazionale del MASCI e alla presidenza, per esprimere vicinanza al dolore di Cristina, dei figli, dei nipotini, della mamma, e di tutta la sua famiglia, ma che esprimono anche l’affetto, il riconoscimento, per il carisma grande che avevi.

Mi limito a citarne due che riassumo i contenuti di molti altri: “con profonda tristezza apprendo la notizia della morte del grande e tenace condottiero: Riccardo. Simpatia, entusiasmo, determinazione nella chiarezza delle proposte sempre innovative, unitamente alla silenziosa ed edificante coerenza, lo rendevano più della credibilità un lider coinvolgente e trascinante. E' stato un'aquila, indicandoci il possibile delle vette per ogni cammino esistenziale, con i passi dei più deboli”.
(don Luigi La Mura)

“... mentre ci accingiamo a porgergli l'ultimo affettuoso saluto, non possiamo esimerci dal compito indispensabile di raccoglierne l'eredità di pensiero, di contenuto, di progetto e di ideale che egli ha seminato nel corso del suo impegno nel movimento. ..... Accanto alla valorizzazione di tutto questo, il momento presente, suggerisce che attorno al ricordo della figura di Riccardo, ciascuno ritrovi una maggiore unità di intenti, un più deciso impegno ed una migliore accoglienza reciproca, per potere offrire un servizio migliore a tutto il nostro Movimento.
(Giuseppe Angelone Consigliere Nazionale)

Come Paolo, ne da testimonianza nella seconda lettera a Timoteo, anche tu Riccardo hai “combattuto la buona battaglia”, lunga e faticosa con la malattia, “ha terminato la tua corsa”, raggiungendo il traguardo dell’incontro con Cristo Gesù, “hai conservato la fede” nel tuo, nostro, Salvatore.

Personalmente molto avrei voluto dirti e ancora molto da te ascoltare, il tempo e le circostanze non lo hanno permesso; ora il dialogo tra noi acquisirà una forma diversa e ti chiedo di rimanermi accanto da lassù, tenendomi una mano vigile sul capo, affinchè possa presiedere questo movimento con lo stesso tuo carisma e generosità.

Ed ora caro fratello, con lo zaino in spalla, ricolmo dell’amore di tutti coloro che ti hanno voluto bene, marcia sui sentieri celesti, fino a raggiungere le vette più alte dell’Infinito.

Tutto lo scautismo italiano oggi in lutto, ti augura ancora e per sempre BUONA STRADA in Paradiso, e noi "tra le tende schierati" innalziamo per Te l'umil Preghiera!

Sonia Mondin
Presidente Nazionale MASCI

Leggi tutto...
 
"Due uomini speciali"



Lo scorso 28 marzo a Reggio Calabria, il Sinodo dei giovani ha ospitato in Cattedrale le testimonianze di P. Paolo Mekko e di Ernesto Olivero: era la prima volta che incontravo P. Paolo, mentre attendevo l’occasione di riabbracciare Ernesto…

Due testimoni d’eccezione per giovani e non, due uomini che hanno fatto della loro vita un canto al Signore e che narrano esperienze reali vissute sulla propria pelle. Entrambi non sono uomini da palcoscenico, non amano parlare in pubblico, ma giungono da lontano per dirci, il primo, che il martirio a causa del Cristo non è roba d’altri tempi, il secondo che seguendo Gesù è possibile cambiare vita e conoscere la felicità! 

Leggi tutto...
 
Bolla di indizione del Giubileo Straordinario



Pubblichiamo il testo integrale della Bolla papale di indizione dell'Anno Santo (Giubileo Straordinario della Misericordia), recentemente emessa da Papa Francesco.


Misericordiae Vultus
BOLLA DI INDIZIONE DEL GIUBILEO STRAORDINARIO DELLA MISERICORDIA
FRANCESCO VESCOVO DI ROMA SERVO DEI SERVI DI DIO
A QUANTI LEGGERANNO QUESTA LETTERA
GRAZIA, MISERICORDIA E PACE

 
1. Gesù Cristo è il volto della misericordia del Padre. Il mistero della fede cristiana sembra trovare in questa parola la sua sintesi. Essa è divenuta viva, visibile e ha raggiunto il suo culmine in Gesù di Nazareth. Il Padre, «ricco di misericordia» (Ef 2,4), dopo aver rivelato il suo nome a Mosè come «Dio misericordioso e pietoso, lento all'ira e ricco di amore e di fedeltà» (Es 34,6), non ha cessato di far conoscere in vari modi e in tanti momenti della storia la sua natura divina. Nella «pienezza del tempo» (Gal 4,4), quando tutto era disposto secondo il suo piano di salvezza, Egli mandò suo Figlio nato dalla Vergine Maria per rivelare a noi in modo definitivo il suo amore. Chi vede Lui vede il Padre (cfr Gv 14,9). Gesù di Nazareth con la sua parola, con i suoi gesti e con tutta la sua persona[1] rivela la misericordia di Dio.

Leggi tutto...
 
Cambuse critiche


Segnaliamo un'interessante pubblicazione, che può rivelarsi un utile strumento di suggerimenti e una preziosa guida per il mondo scout e non solo, soprattutto per capi, educatori e responsabili, cui spetta il potere decisionale di individuare le fonti di approvigionamento alimentare in occasione di campi, uscite, raduni e incontri vari, specie per numeri considerevoli di pasti.

Si tratta del libro dall'eloquente titolo "Cambuse Critiche", di Massimo Acanfora, delle Fiordaliso Edizioni Scout, che si rivolge, appunto, a tutte le persone e ai gruppi che sono responsabili della scelta e dell’acquisto del cibo in una situazione collettiva, dalle organizzazioni comunitarie, alle associazioni di volontariato, dalle mense ad altre forme di ristorazione, permettendo di scoprire un nuovo modo di gestire la propria dispensa. (...)

Leggi tutto...
 
No all'indifferenza!



Pubblichiamo una nota redatta e diffusa dagli studenti del liceo "E. Fermi" di Sant'Eufemia d'Aspromonte (RC) dopo che un rudimentale ordigno, a basso potenziale esplosivo, è scoppiato sabato notte, 29 marzo, davanti alla porta laterale di un edificio scolastico che dovrà ospitare la succursale del liceo, dal prossimo settembre:

"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari,
e fui contento, perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei,
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali,
e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti,
e io non dissi niente, perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me,
e non c’era rimasto nessuno a protestare.
(M. Niemoller)

Iniziamo con la citazione di questo testo, perché pensiamo che un episodio come quello avvenuto sabato sera, un ordigno esploso dentro la nuova scuola, non possa (e non deve!!!) passare sotto silenzio. Il silenzio delle persone genera l'indifferenza: l'indifferenza uccide! noi non possiamo tacere sull'uso di metodi che generano violenza e paura.

Sogniamo un luogo, e Sant'Eufemia può essere quel luogo, dove non abbiamo più paura e dove pensiamo che lavorare per il Bene Comune sia un valore irrinunciabile. Perseguire il Bene Comune vuol dire, soprattutto, tutelare i diritti dei più deboli, di quelli che stanno ai margini della società, di chi non ha voce.

Sogniamo un luogo in cui possiamo vivere relazioni basate su collaborazione e concordia, perché pensiamo che la Pace sia una delle condizioni fondamentali per vivere felici e vivere una vita autentica.

Per questo scendiamo in piazza e ci mettiamo la faccia, perché il nostro futuro sia possibile e non venga precluso da chi crede di opprimere e prevaricare sugli altri.

Chiediamo a chi gestisce la cosa pubblica di testimoniare in modo più responsabile la tutela dei diritti dell'uomo e la promozione della bellezza della condizione umana.

Gli studenti del Liceo Scientifico "E. Fermi"
di Sant'Eufemia d'Aspromonte (RC)

Leggi tutto...
 
Reggio, la nascosta meraviglia



Pubblichiamo un bell'articolo - comparso sulla testata www.strill.it - di Patrizia Giancotti, antropologa, fotografa e giornalista, che ha trascorso a Reggio Calabria l'intero periodo della recente "Settimana contro il Razzismo".



La nascosta meraviglia. Diario di una settimana speciale a Reggio Calabria.

Non ci sarei proprio dovuta essere. Al massimo avrei potuto inviare una parte della mostra, dopo la garbata insistenza della Dottoressa Nardi, Assessore alla Cultura, all’Istruzione e ai rapporti con l’Università di Reggio Calabria che ha curato gli eventi culturali per la Settimana Nazionale Contro la Discriminazione Razziale promossa dall’Unar, che ha scelto Reggio come capitale italiana. Ma gli dei dello Stretto hanno cospirato perché io arrivassi qui e restassi appunto l’intera settimana.

Se era difficile dire di no a un Assessorato denominato “Educazione, Saperi e Bellezza Condivisa”, le ultime resistenze sono crollate alla parola Cilea: “l’incontro con i ragazzi dei licei avverrebbe sul palco del Cilea”, aveva detto al telefono l’Assessore. Un nome che si apre come il suo tondo proscenio sull’eleganza della città, sulla cultura radicata, sul piacere dello scambio intellettuale e appunto sulla bellezza unica di questo luogo proteso verso l’altrove.(...)

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 97 - 108 di 451
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB